I padroni del nostro cibo / Dossier a cura del CNMS

padroniDossier realizzato con la collaborazione grafica di Andrea Rosellini e Margherita Brunori.
22 infografiche per ricostruire il viaggio del nostro cibo dalla chimica al piatto.
22 inforgrafiche per conoscere le più grandi multinazionali che gestiscono il nostro cibo badando solo al proprio profitto. Quelle stesse che si presentano all’Expo 2015 come le salvatrici dell’umanità mentre hanno a cuore solo i loro interessi.

A cura del Centro Nuovo Modello di Sviluppo – CNMS (Vecchiano – Pisa)
Scarica QUI il dossier (bassa risoluzione)
Scarica QUI il dossier (alta risoluzione)

18 aprile 2015: Giornata di Azione Globale su TTIP, TiSA e CETA

TTPiStock_000011651655Small-612x336Oggi è la Giornata di Azione Globale su TTIP, TiSA e CETA.

Ieri i numeri (quasi 800 iniziative in tutto il mondo, più di 40 solo in Italia), da considerare per difetto, descrivevano una delle mobilitazioni più estese mai organizzate sui temi del commercio internazionale e della giustizia economica. La mappa internazionale (https://www.globaltradeday.org/) dà il senso di tutto quello che si sta facendo.
Le dichiarazioni di Renzi rilasciate a Washington parlano di un Governo italiano che si fa demagogicamente garante della chiusura dl negoziato, questo a pochi giorni dall’inizio del nono Round negoziale.

Di seguito, e brevemente, la scheda di cosa poter fare oggi per contribuire alla riuscita della mobilitazione.
Aiutaci a diffonderla ai tuoi contatti, nelle tue mailing list, sui tuoi social media

Continua a leggere

EXPO 2015: la kermesse dell’insostenibilità

m-2YlQ-6_400x400Scarica il comunicato in pdf.
Al di là della retorica istituzionale, Expo 2015 rappresenta la più chiara manifestazione di un modello di sviluppo insostenibile. Nonostante l’obiettivo di voler nutrire il pianeta, la filosofia che ha ispirato e ha dato gambe a tutta la kermesse riprende e rilancia un sistema agroalimentare incapace di rispondere alle esigenze di sovranità alimentare, di equo accesso ad un’alimentazione di qualità, di sostenibilità ambientale davanti alle grandi crisi ecologiche del nostro tempo.

Continua a leggere

Altraeconomia o affari “loro”?

AltraEconomiainpiazza4webIl Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno aderisce all’appello diffuso da un gruppo di realtà romane dell’economia sociale e solidale e diverse reti e movimenti inviato  alla città e alle istituzioni a proposito di Mafia Capitale: 

Le vicende che stanno emergendo attorno all’indagine “Mondo di mezzo” colpiscono profondamente proprio quei soggetti, come noi, che con fatica stanno da anni concentrando il proprio impegno per realizzare un nuovo modello di economia fondato su valori e modalità che mettono al centro le persone – tutte le persone ma soprattutto le più vulnerabili – il rispetto e la cura per l’ambiente sia naturale sia frutto della cultura secolare della nostra città e del nostro territorio.

Ci sentiamo colpiti come tutti i cittadini e cittadine oneste di questa città. Continua a leggere

Solidarietà del DESAT per Roberto Dell’Orso (WWF Pisa)

HPIM0619.JPGNel territorio del Parco Naturale di Migliarino-S.Rossore, a sud dell’Arno, si sta verificando un progressivo e grave degrado dell’ecosistema delle dune sabbiose e della zona retrodunale, a causa anche della scarsa tutela da parte delle istituzioni.

Questo fenomeno riguarda la zona che va dal bagnasciuga al Viale del Tirreno, quindi territori demaniali o di proprietà comunale o statale, ed è quindi un bene comune, che va difeso. Continua a leggere

20 maggio: Assemblea Cittadina Riapriamo il Distretto 42

distretto42Per la Riapertura  del Distretto 42 e del Parco Andrea Gallo

 Martedì 20 maggio 2014
ore 21 presso
il Circolo Agorà in via Bovio 50

Da due anni il Municipio dei Beni Comuni porta avanti in città una campagna di recupero, riqualificazione, riuso e rigenerazione degli spazi abbandonati.

Dall’ex Colorificio al Distretto 42, passando per la Mattonaia, a prescindere dal titolo proprietario pubblico o privato, abbiamo praticato percorsi sociali di autorecupero per contrastare attivamente le logiche speculative che stanno sempre più condizionando la politica della nostra città.

Continua a leggere

20 maggio. Il cibo giusto – Incontro con Serge Latouche

LocaCiboGiustoIl DES Altro Tirreno vi invita all’incontro-dibattito pubblico che si terrà martedì 20 maggio, dalle ore 17:30, presso la Stazione Leopolda di Pisa (piazza Guerrazzi), con:

Serge Latouche, professore emerito di Scienze Economiche all’Università di Parigi XI, teorico della decrescita;
Alessandro Bratti, componente della Commissione Ambiente e Agricoltura della Camera dei Deputati – Gruppo PD, titolare della cattedra di Sviluppo sostenibile e contabilità ambientale presso l’Università di Ferrara;
Nino Pascale, agronomo, appena eletto Presidente di Slow Food Italia.
– Introduce Stefano Alpini, Presidente della Casa della Città Leopolda.

Con questo appuntamento, la Bottega della Leopolda e le altre associazioni promotrici intendono avviare un percorso di lavoro dedicato alla costruzione di un Centro di Iniziativa sulle Politiche del Cibo.

Iniziativa promossa da Casa della Città Leopolda, Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno, Slow Food Pisa e Monte Pisano.

Coordinamento progettuale e operativo a cura di Martina Di Colo, Martino Alderigi e Roberto Lepera.

Scaricate e condividete la locandina dell’iniziativa: jpgpdf

Invitate i vostri amici all’evento Facebook:
https://www.facebook.com/events/305021066321892

invita-fb

LETTERA APERTA AL SINDACO DEL COMUNE DI PISA MARCO FILIPPESCHI

Siamo alcune persone dell’Associazione Raphael (Centro Studi e Ricerche Medicine Naturali) di San Giuliano T. che fa parte, del Distretto di Economia Solidale Alt(r)o Tirreno aderente al Municipio dei Beni Comuni.

Nel nostro statuto ci impegniamo ad affrontare i problemi di salute e non solo con metodi nonviolenti e non soppressivi. E’ anche per questo che ci sentiamo impegnati ad applicare i nostri principi nella vertenza che si è aperta tra il Comune e il Municipio dei Beni Comuni, a seguito dell’occupazione dell’ex Distretto Militare di Via G. Bruno.
Continua a leggere

Il DESAT appoggia il digiuno a difesa del Distretto 42

parco_distretto_42

Il parco “Andrea Gallo”

Il Direttivo del Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno sostiene e appoggia l’atto estremo di protesta del cittadino Roberto Lepera verso un’Amministrazione sorda e silente. Altre persone si stanno affiancando alla protesta. Alleghiamo la lettera di Roberto con preghiera di diffusione.

Direttivo DESAT

A meno di un mese dall’apertura, il Distretto 42 di Pisa rischia un imminente sequestro, la cui urgenza pare immotivata, nell’indifferenza totale e sostanziale dell’Amministrazione comunale, nonostante il solido e crescente consenso attorno al progetto promosso dal Municipio dei Beni Comuni. Continua a leggere