Invito del Direttivo DESAT a Common | Properties

common-propertiesL’EX COLORIFICIO LIBERATO È PATRIMONIO COLLETTIVO
COMMON PROPERTIES: TRE GIORNI PER COSTRUIRE ASSIEME UN’ECONOMIA DIVERSA

La nascita del Municipio dei Beni Comuni e la liberazione dell’ex Colorificio toscano sono stati due momenti importanti per Pisa e per i movimenti che la abitano. Sono stati i primi tasselli di un mosaico nuovo, capace di descrivere e di raccontare una storia diversa fatta di cooperazione, solidarietà, sostenibilità. Quell’esperienza, che tanti di noi hanno sostenuto e attraversato, è sotto minaccia di sgombero e con essa tutte le speranza, le aspettative, i progetti che stavano nascendo e consolidandosi all’interno e al di fuori delle mura dell’ex Colorificio. Sono progetti di altra economia, di welfare dal basso, di socialità vera capace di ricucire un tessuto sociale troppe volte strappato da un sistema economico basato sulla predazione e la competizione.

La minaccia di sgombero si aggrava proprio nei giorni di più alta visibilità e riconoscibilità del Municipio dei Beni Comuni: Common Properties, una tre giorni su diritti, economia e territori che avrà come punto cardine la proprietà privata ed i suoi eccessi, i beni comuni e le strategie per tutelarli. Sarà un percorso che interrogerà le esperienze dell’economia solidale, le associazioni che la promuovono, i Gruppi di acquisto, i produttori. Perchè un’economia nuova e più sostenibile non può crescere senza un’idea di società diversa: più giusta, più cooperativa, più ecologica.

Per questo come direttivo del DES Altrotirreno sollecitiamo ed invitiamo tutte le realtà appartenenti alla rete dell’economia solidale a partecipare a Common Properties. A cominciare da venerdì 20, alle 8.30 del mattino davanti al tribunale di Pisa, per chiedere che non venga messa la parola fine all’esperienza dell’ex Colorificio. Continuando poi durante le sessioni del pomeriggio, sulla terra bene comune, i gruppi di lavoro nella giornata di sabato e le plenarie con economisti ed internazionali alla sera fino all’assemblea della domenica mattina.
Decine di esperienze di produzione ecologica, solidale, sostenibile faranno da cornice ad un evento che, come nelle migliori intenzioni del Municipio dei Beni Comuni, vuole mettere insieme buone pratiche e buona politica, stili di vita e un nuovo orizzonte di società.

Aiutateci a diffondere questo appello, postandolo nelle vostre mailing list, linkandolo ai vostri siti e blog, diffondendolo sui vostri social network.
✓ Linkate il programma – http://www.inventati.org/rebeldia/movimenti/common-properties.html
✓ Diffondete il video – http://youtu.be/99aJZwPG-HM
✓ Scaricate e diffondete l’e-book – http://comune-info.net/2013/09/la-mappa
✓ Le 5mila firme consegnate e la trasmissione di stasera su Radio Roarrhttp://comune-info.net/2013/09/le-cinquemila-firme-pisa

Consiglio Direttivo del Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno
Pisa, 19/9/2013

Hits: 48

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.