Resilienza o estinzione? Scegliere il futuro dopo la crescita / 22 marzo 2019

Resilienza o estinzione? Scegliere il futuro dopo la crescita

22 Marzo 2019 ore 10.00 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management, via Cosimo Ridolfi 10, Pisa.

La triplice crisi in corso (socio-economica, energetica ed ambientale) sta imponendo un cambiamenti radicali alle nostre vite. Molte cose è necessario fare per adattarsi e preparare un futuro vivibile, ma tutto sarà inutile se non saremo capaci di salvaguardare la funzionalità della Biosfera. Anche la lotta al Cambiamento Climatico non può prescindere dalla tutela degli ecosistemi naturali e semi-naturali, oltre che da un diverso approccio all’agricoltura. Settori in cui anche azioni di livello locale e nazionale possono dare risultati consistenti.
Una civiltà senza petrolio è difficile; ma senza biodiversità, fertilità ed acqua dolce la stessa vita umana è impossibile.

10,00 Registrazione dei partecipanti e saluti istituzionali, moderatore Jacopo Simonetta, ecologo

10,30 “Dopo la crescita e verso il picco di tutto”Luca Pardi, CNR, presidente Associazione per lo Studio del Picco del Petrolio – Italia.

11,30 – “Non linearità, complessità e tracollo dell’economia attuale”Angelo Tartaglia, Istituto Politecnico – Torino. 

12,00 – “Resilienza nell’antropocene” Serge Latouche, professore emerito presso l’università di Paris Sud – Parigi.

Buffet 

14,00 – Sobrietà per i diritti di tutti” Francesco Gesualdi, Centro Nuovo Modello di Sviluppo.

14,30 – “Sostenibilità sociale della transizione ecologica” Simone d’Alessandro, Università di Pisa – Luigi Giorgio, segretario del Movimento per la Decrescita Felice.

15,00 – “Il futuro della biodiversita’ nell’Antropocene” Gianfranco Bologna, direttore scientifico del WWF Italia.

15,30 – Tavola rotonda

18,00 Chiusura dei lavori. 

Presentazione dei relatori.

Angelo Tartaglia. Fisico, professore presso l’Istituto Politecnico di Torino. Si occupa in particolare di crescita e collasso dei sistemi complessi.

Luca Pardi. Chimico, ricercatore del CNR, attuale presidente Associazione per lo Studio del Picco del Petrolio – Italia. Autore di numerosi articoli e libri sulla crisi energetica ed ambientale, le sue cause ed i suoi probabili sviluppi.

Luigi Giorgio. Informatico, segretario del Movimento per la Decrescita Felice. Ex dirigente di una grande azienda petrolchimica, dal 2005 si occupa attivamente di organizzare iniziative di decrescita e di modelli matematici di valutazione delle possibili strategie per la riduzione delle emissioni di CO2.

Francesco Gesualdi. Attivista e Saggista. Ha pubblicato numerosi libri e articoli riguardanti soprattutto gli abusi operati della grandi compagnie ed i modi non violenti per contrastarli, favorendo una rivoluzione degli stili di vita, della produzione e dell’economia.Gianfranco Bologna. Zoologo, direttore scientifico del WWF Italia e rappresentante per l’Italia del Club di Roma. Da 40 anni svolge attività di comunicazione, divulgazione e pianificazione di campagne per la protezione della natura e la sostenibilità. Autore di numerosi articoli e libri su questi argomenti.

Serge Latouche. Economista e filosofo, professore emerito presso l’università Paris Sud – Parigi. E’ uno dei principali economisti che criticano l’approccio neo-classico e l’ossessione per una crescita economica infinita. E’ autore di decine di libri in cui propone e spiega le modalità per una volontaria e controllata decrescita verso una società molto più parsimoniosa, ma prospera.

Simone d’Alessandro. Economista, professore presso l’Università di Pisa. Si occupa principalmente di modelli per la pianificazione di interventi che associno una riduzione delle emissioni clima-alteranti ad una riduzione delle sperequazioni sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *