17 novembre / Presentazione dell’Università del Saper Fare

Il Gruppo Decrescita Pisa “InventiamoFuturo”, socio del DESAT, promuove e collabora alla realizzazione dell’Università del Saper Fare di Pisa (UniSF Pisa), che porterà avanti lo stesso percorso delle UniSF d’Italia creando e coordinando corsi in cui alcune persone  metteranno a disposizione il proprio “Saper Fare” per trasmetterlo ad altre persone gratuitamente (o dietro rimborso spese).
I corsi si baseranno su tre idee principali: autoproduzione, autoriparazione e riuso/riciclo.

UniSF-Pisa è in fase di progettazione: chiunque voglia contribuire al decollo di questa esperienza imparando, collaborando o insegnando è il benvenuto!

Domenica 17 novembre alle ore 17:00 presso il Circolo Pisanello di Riglione (via Marsala, 2) verranno presentati ufficialmente il progetto UniSF Pisa, i primi corsi e raccolte le adesioni e le proposte per nuovi corsi.

Inoltre nello stesso pomeriggio il Circolo Pisanello di Riglione ospiterà un evento che affiancherà ogni volta i corsi UniSF: il “Mercatino Sociale”.
Il “Mercatino Sociale” prevede banchetti di esposizione e vendita dei fornitori del GAS Pisanello, banchetti di “artigianato locale” e banchetti informativi che ospiteranno realtà culturalmente vicine ai GAS e all’economia solidale.
Anche il “Mercatino Sociale” è in fase di organizzazione: quindi siamo aperti ad eventuali proposte di collaborazione.

– Pagina Facebook ufficiale:
https://www.facebook.com/pages/Unisf_pisa/585416431518604
– Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/537953309619540
– Riferimento: unisfpisa@gmail.com

1 pensiero su “17 novembre / Presentazione dell’Università del Saper Fare

  1. Questa inziativa e’ interssantissima e a mio avviso propone un’attivita’ fondamentale in un economia di transizione. tenete le liste informate. nella speranza di poter dare un contributo attivo oltre a partecipare come discente. suggeriscco di mettersi in relazione con gruppo bilanci di giustizia. vedete laboratorio che stanno promuovendo questa settumana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *