Manifestazione per salvare il progetto Gorgona (Livorno 18 giugno 2016 ore 11.00 – Piazza G. Micheli – monumento Quattro mori)

GORGONA_copertina_luogo ora.def copia

Manifestazione organizzata da Essere Animali, LAV e Ippoasi – a supporto del “Progetto Gorgona”.

QUI la pagina Facebook dell’evento
QUI il comunicato stampa del presidio

Fermiamo le macellazioni degli animali che hanno svolto un importante ruolo nella rieducazione nonviolenta delle persone detenute nell’ultima isola carcere d’Italia.

QUI l’articolo del corriere.it: «Chiudete il mattatoio del carcere di Gorgona». I cittadini in piazza
Sino al 2014 il macello era chiuso, assieme all’avvio di un progetto straordinario di pedagogia della non violenza / di Marco Gasperetti

• • • Cosa è il Progetto Gorgona?
Gorgona è l’ultima isola-carcere presente in Italia, collocata di fronte a Livorno e inserita nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.
Qui scontano la propria pena alcune decine di detenuti a cui è data la possibilità di lavorare in attività agricole e zootecniche. Infatti sono presenti tutte le specie animali domestiche attorno alle quali si è sviluppata una riflessione originale rispetto alle implicazioni relazionali e rieducative.

Grazie al precedente Direttore del carcere di Gorgona Carlo Mazzerbo e al Medico Veterinario Omeopata Marco Verdone, nonché ad altri numerosi soggetti che sono stati resi partecipi, è stato ideato e iniziato un percorso per la tutela di tutti gli animali presenti sull’isola e per la progressiva fine delle loro macellazioni.

Il progetto dava risalto all’estrema importanza ai fini rieducativi della relazione nonviolenta tra i detenuti e gli animali presenti sull’isola, attivando percorsi inediti che hanno suscitato grande interesse in vari ambiti sia nazionali che internazionali.
(QUI la pagina facebook ‘Gorgona: l’isola che c’è’)

• • • Cos’è successo?
Tale percorso – partito negli anni passati con l’introduzione di una visione della salute olistica e responsabile, con la pubblicazione di una “Carta dei diritti degli animali di Gorgona” (inserita nel libro a più voci “Ogni specie di libertà”) e con alcuni “provvedimenti di grazia” di animali (tra cui la maialina Bruna, protagonista di uno splendido libro per bambini) dall’elevato valore simbolico – ha subito un brusco arresto con il trasferimento di Marco Verdone e la fine dell’incarico sull’isola sia dell’agronomo Francesco Presti che del direttore Carlo Mazzerbo. Il carcere di Gorgona, in quanto sezione distaccata di quello di Livorno è rimasto sotto l’unica direzione di quest’ultimo istituto.
Tali cambiamenti hanno determinato il sostanziale abbandono del progetto etico-rieducativo di Gorgona e la conseguente ripartenza delle riproduzioni e delle macellazioni.

• • • Perché il presidio del 18 giugno?
Essere Animali, LAV e Ippoasi, affiancate da alcune associazioni del territorio a tutela degli animali e dell’economia solidale, hanno più volte cercato di interloquire con la Direzione del carcere di Gorgona per chiedere un tavolo di confronto e la riattivazione del progetto-percorso.

Nonostante numerosi contatti, migliaia di firme raccolte e un appello pubblico firmato da importanti esponenti del mondo giuridico, della cultura e dello spettacolo, la Direzione del carcere ha costantemente opposto una “resistenza passiva” alle nostre istanze, rinviando per mesi un incontro con noi e in seguito non rispondendo alle richieste di chiarimenti e di poter svolgere una visita che le erano state formulate come da accordi.
È evidente, a questo punto, che la Direzione del carcere non dimostra alcuna volontà di collaborare, forse perdendo tempo nella speranza che ci si dimentichi di Gorgona e degli animali che vivono su quell’isola.
Per questo motivo è fondamentale essere presenti il 18 giugno a Livorno!

Con la nostra presenza e con i cartelli che forniremo ad ogni partecipante ribadiremo la nostra richiesta di fermo immediato delle riproduzioni e delle macellazioni e di ripristino del Progetto Gorgona, in cui gli animali non siano più sfruttati diventando carne da macello ma compagni pienamente tutelati delle persone detenute a fianco del loro difficile percorso rieducativo.
Per questi obiettivi, di fondamentale importanza concreta e di rilevantissimo valore etico, rieducativo e simbolico, c’è bisogno di tutti voi!

▸▸ Appuntamento:

• ore 10.30 – ritrovo a Livorno in Piazza Giuseppe Micheli (sotto il monumento dei 4 Mori)
• ore 10.45 – inizio presidio
• ore 12.15 – termine presidio e trasferimento a piedi alla vicina sala delle conferenze “A. Simonini” (Scali Finocchietti n. 4)
• ore 12.30 – pranzo veloce vegano al prezzo di 5 euro
• ore 13.00-14.00 – incontro tra gli attivisti e conferenza stampa

▸ Per informazioni: firenze@essereanimali.org

!! Attenzione: per chi desidera indossare durante la manifestazione la t-shirt ideata da Teecotee ”Gorgona Libertà / L’isola che c’è“, può scaricare l’immagine QUI sotto e stamparsela in autonomia su una maglietta possibilmente blu (la scritta L’isola che c’è è bianca).

gorgona_colori_testo bianco_per sfondo scuro copia

2 pensieri su “Manifestazione per salvare il progetto Gorgona (Livorno 18 giugno 2016 ore 11.00 – Piazza G. Micheli – monumento Quattro mori)

    • Mote persone sono unite attorno a questo importante progetto etico-rieducativo dalla valenza universale. Ricordiamo che insieme ad altre associazioni anche il DESAT è parte del percorso che in Gorgona cerca di affermare un principio tanto semplice quanto fondamentale: la vita degli Altri è importante anche se appartenente a specie diverse dalla nostra. Vista la peculiarietà di questo luogo questa idea si arricchisce di altri significati. E’ importante anche la vicinanza di chi non potrà essere fisicamente in piazza! Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *