Verso la Costituzione della Rete Italiana Economia Solidale

In primo piano

Il Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno promuove un

INCONTRO PUBBLICO VENERDÌ 10 GENNAIO 2020
presso CENTRO POLIEDRO, piazza Berlinguer, PONTEDERA,
dalle ore 19 alle ore 21,
conclusione con una cena condivisa

Costituzione della
Rete Italiana di Economia Solidale

La costituzione della Rete italiana di Economia Solidale (RES) è un percorso che
le realtà promotrici hanno ritenuto necessario per rafforzare la capacità di dare
rappresentazione dell’Economia Solidale sul territorio, di aprirsi all’interazione con
altre realtà che si muovono nella stessa direzione e di offrire un’alternativa al
modello dominante e alla crescente situazione di crisi economica, ambientale,
sociale e culturale.
Si tratta di un percorso che ha per obiettivo:

  • dare visibilità sui territori a coloro che operano per l’affermazione di un altro
    paradigma rispetto a quello dominante e mettere in campo azioni e strumenti
    capaci di far dialogare e consolidare le pratiche variegate dell’economia
    trasformativa;
  • dare una forma alla RIES che permetta di operare come “istituzione civile” in
    confronto con altre istituzioni pubbliche e private;
  • aprire al dialogo e unire le forze con tutti coloro che, insieme e accanto a noi e in
    sempre più territori, operano per radicare la presenza organizzata di reti, gruppi,
    comunità distrettuali, associazioni e imprese il cui fine è l’affermazione di
    un’economia e una politica che non siano portatori di ingiustizie e povertà.

ASSEMBLEA COSTITUENTE DELLA RIES 18-19 gennaio 2020 a Roma

L’economia solidale costituisce un’alternativa concreta e praticata per creare
un’economia e una società orientate al benvivere di tutti. La proposta di una Rete
italiana di economia solidale è nata nel 2002 dai Gruppi di Acquisto Solidale e da
allora si è evoluta come una risposta possibile alle crisi ricorrenti del modello di
sviluppo globale e sta diventando un insieme di realtà che lavorano per elaborare
proposte, modelli economici, sperimentare nuove forme di organizzazione
economica.
I nodi della rete sono i gruppi di acquisto solidale, che poi si aggregano in DES e
RES regionali. I DES riuniscono oltre ai Gas, e quindi i consumatori, anche
produttori e fornitori, per creare un circuito economico solidale. Ai Des possono
aderire anche altre organizzazioni che in diverso modo si occupano di economia
solidale.

Durante l’incontro verranno date anche informazioni anche sull’incontro del Forum Sociale Mondiale sulle Economie trasformative di Barcellona


Festa delle Autoproduzioni Solidali 2019

In primo piano

Festa delle Autoproduzioni 2019

Sabato 25 Maggio dalle 9:00 alle 20:00 a Pisa in Piazza Santa Caterina

Programma

MATTINA

9:00 Apertura Stand

Area Musica e Spettacoli

– 10:00 Daniele Dubbini musica con handpan
– 11:00 Balli popolari dalla Grecia con il gruppo Athena di Pisa
– 12:00 spettacolo comico itinerante su Mondeggi

Laboratori

  • Formiche Amiche laboratorio per bimbi
  • Laboratorio di rilegatoria libri a cura di EigenLab
  • Suna e Pablo Laboratorio di storie per grandi e piccini
  • Massaggi Esseni con Paolo
  • Autocostruzione Forni solari con Nicola Ulivieri
  • Storie Lette & Animate a cura dell’ Associazione il Gabbiano e circolo LaAV di Pisa
  • Spazio gioco per bimbi da 0-3 anni con la Ludoteca “il Piccolo Mondo di Anna”
  • Bolle di sapone e truccabimbi colorato

Area Dibattito

10.30: Storie di autoproduzione etica e agroecologia: Presentazione di Maurizio su progetti di permacoltura a Cuba e utilizzo di erbe officinali nella sanità cubana

Intervengono:

  • Mondeggi fattoria senza padroni,
  • Genuino Clandestino
  • Rete Fuorimercato si raccontano

PRANZO

12.30 Pranzo popolare con buffet con prodotti locali, pizza Pirata e birra Autoprodotta

POMERIGGIO

Area Musica e Spettacoli

14:00 Valentina e Pamela: Canzoni & fisarmonica
16:00 Pulcinella e la non violenza: spettacolo di burattini di Claudio Fantozzi
17:00 Maria Piscopo musica dal vivo e workshop di danze tradizionali del sud

Laboratori:

  • “Costruiamo un luna park in piazza” con le Formiche Amiche
  • Massaggi Esseni terapeutici e rilassanti a cura di Paolo di Natale
  • Laboratorio di rilegatoria a cura di Eigelab
  • Madreterra: Laboratorio di danza del ventre e i suoi significati a cura di Elvira Todaro
  • La Bici delle Storie a cura dell’ Associazione il Gabbiano e circolo LaAV di Pisa
  • Trattamenti Ireka di benessere
  • Spazio gioco per bimbi da 0-3 anni con la Ludoteca “il Piccolo Mondo di Anna”
  • Bolle di sapone e truccabimbi colorato

16.30 Merenda Bimbi (e non solo..)

Area Dibattito

15:30 Presentazione del Centro Autogestito Lesbo “Lesvos Solidarity”: una realtà da raccontare

17:30 Tavola rotonda fra le varie realtà su “costruire cultura attraverso pratiche di autoproduzioni solidali”

GRAN FINALE

18:30 Aperitivo a buffet con prodotti locali e solidali
19:00 Grande evento musicale finale a cura di Musica Meridiana e Progetto Sanacore!!

Organizzazione e promozione

La festa delle Autoproduzioni 2019 è organizzata e promossa dal Mercato Condadino e da Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno

Crediamo nell’autoproduzione come forma di azione politica, volta a smarcare le persone da una sempre maggiore dipendenza dalle logiche mercantili che ci vogliono passivi consumatori. Crediamo nella riappropriazione dei saperi e la libera espressione della creatività, per liberarci dalle logiche della produzione automatica di beni e cultura, che crea individualità omologate.

Crediamo anche nella necessità di costruire ” comunità autosufficienti in grado di sostenere le necessità del territorio e delle persone. Vogliamo inoltre sostenere quelle realtà territoriali che lottano per accrescere la nostra autonomia e indipendenza dal mercato globalizzato, per permettere a tutti di riprendersi in mano il proprio destino e quello delle generazioni future.

L’idea di proporre una festa delle Autoproduzioni Solidali nasce da una sinergia fra il DES Altro Tirreno e un gruppo di persone e movimenti accomunate dalla convinzione che solo attraverso la pratica diretta, la relazione e la condivisione dei saperi e competenze e la cooperazione si possa percorrere la strada verso una società più solidale e più giusta, nel rispetto dei diritti delle persone e dell’ambiente.
La festa intende consolidare e promuovere forme di produzione che mettano al centro le capacità degli individui mostrando, a tutti , le possibili modalità di gestione fondate sulla cooperazione tra liberi e uguali e una “distribuzione “che privilegi gli scambi locali in un contesto di relazioni non dominate dalla logica del profitto ma dalla consapevolezza che la ricchezza si misura con “il benessere e la qualità della vita” di chi ci circonda.

Invitiamo singoli e gruppi a partecipare per presentare le loro esperienze, e aspirazioni a raccontare dei progetti, dei successi e delle difficoltà, a delineare nuove modalità di lavorare insieme.

Per ulteriori informazioni si contatti:
Raffaella raffifaffi@yahoo.com
o
Carmela carmi@in.cnr.it

Festa della Autoproduzioni Solidali – 13 maggio 2017

 

Festa della Autoproduzioni Solidali – 13 maggio 2017 – Pisa, Piazza Martiri della Libertà

L’idea di organizzare una Festa della Autoproduzioni Solidali è partita da un gruppo di artigiani del Mercato Contadino di Pisa e l’associazione Mercato Contadino e il Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno l’hanno appoggiata. La festa si terrà il 13 maggio 2017 in Piazza Martiri della Libertà, un’iniziativa tesa a creare un occasione per incontrare i gruppi di mercato resistenti e sussistenti di Siena, Livorno e Pisa e dibattere su come sta evolvendo il movimento delle autoproduzioni, le difficoltà e i risultati ottenuti, i ragionamenti che ognuno di noi ha elaborato fin’ora, per confrontarsi con la gente.

Il Mercato contadino di Pisa e il Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno invitano tutti a partecipare all’evento.

Il programma dell’iniziativa prevede:

– l’esposizione in Piazza Martiri della Libertà dei banchi dei produttori, degli artigiani e delle associazioni;

– dibattiti e seminari sull’autoproduzione e mercato resistente: come ci stiamo evolvendo; la logica di sussistenza contro lalogica di profitto; l’autoproduzione nell’arte; come si vive fuori dalle logiche di mercato; progetti di resistenza eautoproduzione nel mondo;

laboratori con:

  • Ass ‘il Gabbiano’ burattini per bambini SI,
    • Pierluigi massaggi benessere,
  • Gruppo danze popolari Ass. Raphael,
  • le Formiche Amiche (laboratorio bimbi cartapesta),
  • Roberta Laboratorio perline colorate.

ECONOMIA collegata all’AGRICOLTURA: esiste una nuova via? / Scuola del Vivente / bioagriturismo Il Cerreto

ECONOMIA collegata all’AGRICOLTURA: esiste una nuova via?
Bioagriturismo Il Cerreto – Pomarance (PI)
sabato 11 febbraio 2017

Continua a leggere

MAG (Mutua Auto Gestione): PROGETTO NELLA COSTA TIRRENICA

incontro MAGProgetto per la realizzazione di una MAG nella costa tirrenica

La Rete di Economia Solidale (RES) della Valdera organizza un incontro pubblico per illustrare la proposta di creare nel nostro territorio una Mutua di Auto gestione (MAG) locale.

L’incontro si svolgerà venerdì 25 settembre alle ore 21:00 presso lo spazio NU via Firenze 42/A Pontedera.

L’incontro sarà preceduto alle ore 19:30 da un’APERICENA a cura dell’Associazione “Senza Confini” con prodotti bio e del Commercio Equo Solidale (5 €)

Scarica QUI la locandina: Verso una nuova banca gestione comunitaria Continua a leggere

EXPO 2015: la kermesse dell’insostenibilità

m-2YlQ-6_400x400Scarica il comunicato in pdf.
Al di là della retorica istituzionale, Expo 2015 rappresenta la più chiara manifestazione di un modello di sviluppo insostenibile. Nonostante l’obiettivo di voler nutrire il pianeta, la filosofia che ha ispirato e ha dato gambe a tutta la kermesse riprende e rilancia un sistema agroalimentare incapace di rispondere alle esigenze di sovranità alimentare, di equo accesso ad un’alimentazione di qualità, di sostenibilità ambientale davanti alle grandi crisi ecologiche del nostro tempo.

Continua a leggere

Altraeconomia o affari “loro”?

AltraEconomiainpiazza4webIl Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno aderisce all’appello diffuso da un gruppo di realtà romane dell’economia sociale e solidale e diverse reti e movimenti inviato  alla città e alle istituzioni a proposito di Mafia Capitale: 

Le vicende che stanno emergendo attorno all’indagine “Mondo di mezzo” colpiscono profondamente proprio quei soggetti, come noi, che con fatica stanno da anni concentrando il proprio impegno per realizzare un nuovo modello di economia fondato su valori e modalità che mettono al centro le persone – tutte le persone ma soprattutto le più vulnerabili – il rispetto e la cura per l’ambiente sia naturale sia frutto della cultura secolare della nostra città e del nostro territorio.

Ci sentiamo colpiti come tutti i cittadini e cittadine oneste di questa città. Continua a leggere

20 maggio: Assemblea Cittadina Riapriamo il Distretto 42

distretto42Per la Riapertura  del Distretto 42 e del Parco Andrea Gallo

 Martedì 20 maggio 2014
ore 21 presso
il Circolo Agorà in via Bovio 50

Da due anni il Municipio dei Beni Comuni porta avanti in città una campagna di recupero, riqualificazione, riuso e rigenerazione degli spazi abbandonati.

Dall’ex Colorificio al Distretto 42, passando per la Mattonaia, a prescindere dal titolo proprietario pubblico o privato, abbiamo praticato percorsi sociali di autorecupero per contrastare attivamente le logiche speculative che stanno sempre più condizionando la politica della nostra città.

Continua a leggere