Il Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno, Exploit, Il Chicco di Senape, Micromag Altro Tirreno, Una città in comune rispondono all’appello del Collettivo di Fabbrica GKN a sostegno della Campagna “100 per 10.000” di azionariato popolare della neonata cooperativa GFF

Si tratta di un esperimento unico nel suo genere, che permetterà a cittadine e cittadini, associazioni, movimenti, lavoratrici e lavoratori, delegate e delegati sindacali, solidali, di divenire parte dell’assemblea della cooperativa, e poter esercitare un controllo sociale sul processo di reindustrializzazione.

Abbiamo seguito da subito la vertenza della fabbrica di Campi Bisenzio, emblema di un sistema produttivo ed economico asservito alle logiche del profitto e che ha visto un’azienda delocalizzare la produzione dopo aver sfruttato un territorio e anche usufruito di incentivi pubblici. Abbiamo visto l’arroganza di un management che licenzia i lavoratori e le lavoratrici tramite un messaggio su una chat, nell’indifferenza e inerzia delle istituzioni politiche: ci siamo indignate e siamo insorte insieme a loro.

Negli ultimi 2 anni abbiamo attraversato insieme al collettivo dei lavoratori e delle lavoratrici dell’ex GKN le piazze di tante città per chiedere un radicale cambio nelle politiche industriali del paese affinché tengano insieme l’emergenza climatica e i diritti sul lavoro.

Siamo stati insieme nelle manifestazioni e nelle lotte a difesa dei territori e contro l’economia di guerra e dello sfruttamento.

Crediamo che un modello di sviluppo alternativo, che non si svolga in contrasto con l’utilità sociale o in modo da arrecare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana (att.41 della Costituzione) sia possibile e che oggi sia necessario e urgente convergere in un processo di costruzione dal basso di un sistema di relazioni sociali ed economiche solidali, n e che portino sviluppo nel pieno rispetto dell’ambiente e dei diritti delle persone.

Siamo convinti che in tanti e tante, singole e associate, a Pisa e provincia siano pronti a sostenere questo progetto di “Fabbrica pubblica socialmente integrata per la produzione di cargo-bike e di pannelli fotovoltaici e che la risposta debba essere collettiva. Per questo lanciamo congiuntamente sul nostro territorio di riferimento una campagna di sostegno all’azionariato popolare di GFF con le modalità che seguono.

Le azioni in vendita hanno il costo di 100 euro, ma possono essere acquistati solo pacchetti di 5 azioni per un costo di 500 euro. I dettagli sulle modalità si possono leggere al link https://insorgiamo.org/

Noi ci proponiamo di favorire la partecipazione delle persone che possono o vogliono investire solo piccole somme nel modo che segue:

le persone interessate, entro il 23 dicembre 2023, fanno un versamento sul conto corrente di Banca Etica IBAN IT30I0501802800000011624350 intestato a Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno specificando nella causale: ”Donazione progetto Azionariato GFF”;

Se la somma delle donazioni è maggiore o uguale a 500 euro, DES AT presenta la domanda di ammissione a socia finanziatrice per persone giuridiche, entro il 31 dicembre 2023;

Se GFF accoglie la domanda allora DES AT formalizza l’acquisto altrimenti il denaro raccolto viene versato nella Cassa di resistenza ex-GKN.

Le persone donatrici potranno autorizzare DES AT a inviare, all’indirizzo e-mail che avranno indicato, le informazioni sull’acquisto delle azioni e, successivamente, sull’uso del voto corrispondente alle azioni acquistate.

DES AT si impegna a non ritirare gli eventuali dividendi delle azioni acquistate, ma a lasciarli nel capitale di GFF.

Giovedì 14 dicembre proponiamo un momento di socialità con un apericena in cui incontrarci, discutere per spiegare i dettagli dell’azionariato popolare e a cui le donatrici e i donatori potranno partecipare per donare di persona.

Cogliamo l’occasione per ricordare che i licenziamenti sono ripartiti e diventerebbero definitivi dal 1 gennaio 2024, ma il Collettivo di Fabbrica vuole fermarli e per questo ha organizzato un capodanno in fabbrica intitolato “Verso l’ora X” chiedendo a gruppi di supporto, movimento sindacale, realtà solidali, artiste/i, intellettuali, a tutte e tutti – di partecipare perché questa esperienza unica nel suo genere continui ad esistere e a dimostrare che un altro mondo è possibile. Da Pisa ci saremo.

Link per scaricare il comunicato :

campagna azionariato GFF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *