MicroMAG Altro Tirreno

Presentazione del progetto di MicroMAG (Mutua AutoGestione) Altro Tirreno: PDF

Per informazioni e contatti:
info@micromag-at.it
cell. 380 3872985

Moduli di adesione alla MicroMAG Altro Tirreno cooperativa sociale:

Documenti e comunicazioni della MicroMAG AT: assemblee.

La MicroMAG Altro Tirreno sarà una cooperativa sociale di tipo A per realizzare ”attività di microcredito (ovvero di prestito di piccole somme di denaro) a titolo esclusivo o congiuntamente all’esercizio di un’attività che abbia obiettivi di inclusione sociale e finanziaria”.

LA NOSTRA STORIA – Le associazioni Distretto di Economia Solidale “Altro Tirreno” e Officina di Economia Solidale hanno deciso nel 2014 di avviare un percorso per la costituzione di una Mutua di Auto Gestione (MAG). Con l’associazione ODES collaborano l’associazione di microcredito “Microcrediamoci” di Livorno e l’esperienza di microcredito Caritas dell’unità pastorale di Pontasserchio, Pappiana, Limiti, S.Martino ad Ulmiano (San Giuliano Terme, Pisa). Entrambe queste realtà sono collegate a MAG Firenze, sia come principi ispiratori, sia come prassi operativa nella pratica dei prestiti.

I NOSTRI PRINCIPI – Le PERSONE sono più importanti del denaro, il denaro è uno STRUMENTO e non lo scopo; TRASPARENZA del percorso del denaro; senso di COMUNITÀ attraverso le RELAZIONI e percorsi di SOLIDARIETÀ.

LA NOSTRA DEFINIZIONE DI FINANZA ETICA – Per Finanza Etica intendiamo una finanza centrata sulle persone, che punta ai loro bisogni primari e alla loro promozione, che persegue obiettivi nel rispetto dell’ambiente e della dignità dei lavoratori, che considera il credito come diritto da estendere a tutti.

IL MICROCREDITO – Lo scopo sociale della MicroMAG è svolgere e sviluppare attività di microcredito, concedendo finanziamenti a persone fisiche in condizioni di particolare vulnerabilità economica o sociale, persone non assistite da garanzie reali, accompagnate dalla prestazione di servizi ausiliari di bilancio familiare, con lo scopo di consentire l’inclusione sociale e finanziaria del beneficiario.

La MicroMAG è uno strumento per permettere a gruppi di microcredito (sia costituiti in associazione, che informali) di esercitare secondo le norme la loro attività su un territorio definito e limitato.

LA RETE DI MICROCREDITO – Per rendere concrete le possibilità del microcredito di prossimità la MicroMAG AT sosterrà la nascita di nodi locali di microcredito che operino nei territori di riferimento del DES AT. Saranno le realtà decentrate a ricevere le richieste di finanziamento e a rendere possibile l’applicazione dei criteri di concessione: presentazione delle richieste, accompagnamento del richiedente nelle procedure di istruttoria, decisione, restituzione. La sostenibilità di MicroMAG AT è perciò strettamente legata alla restituzione e alla circolarità del denaro.

CRITERI DI FINANZIAMENTO – Ai gruppi che praticano microcredito di prossimità viene chiesto: Denaro raccolto direttamente dalle persone; Prestiti di piccola entità in ambiti territoriali definiti; Richiesta di garanzie esclusivamente relazionali; Rapporti tra soci finanziati e finanziatori basati su reciprocità, fiducia e responsabilità.

MICROCREDITO DI PROSSIMITÀ – L’istruttoria per la concessione del finanziamento, in un rapporto di fiducia, sarà sia socio-ambientale, sia economica. I progetti finanziati, così come il loro ammontare saranno resi pubblici. L’applicazione del principio “dal denaro non si fa altro denaro” significa che saranno applicati i soli costi di gestione delle operazioni, interessi zero. La persona che richiede il prestito aderisce agli obiettivi dell’associazione diventandone socio.

ITER DELLE RICHIESTE
Il nodo diventa socio della cooperativa MicroMAG AT versando una somma di capitale sociale pari al valore che intende sia destinato ai microcrediti che vorrà segnalare come finanziabili.
La richiesta di prestito arriva al nodo territoriale attraverso una lettera di presentazione del progetto personale da parte del richiedente; il richiedente prestito viene accompagnato da un socio presentatore.
Il nodo fa un’analisi della richiesta in base ai principi fondamentali e una verifica economica del progetto; il richiedente è invitato a trovare un garante relazionale di sua conoscenza che sostengono il suo progetto. Il progetto è presentato all’assemblea dei soci del nodo che ne deciderà l’approvazione e farà emergere un referente accompagnatore che si affiancherà al gruppo già costituito.
Il nodo passa la richiesta di finanziamento al Consiglio di Gestione della MicroMAG AT e/o al Consiglio di Amministrazione per una loro verifica della idoneità della documentazione e per la loro approvazione formale. MicroMAG AT, approvata la richiesta, versa il denaro del finanziamento al richiedente e il processo va avanti a cura del nodo con la restituzione del prestito, lo svolgimento dei servizi ausiliari di assistenza del soggetto finanziato e l’accompagnamento dei soci del nodo.
Il nodo verserà sul conto corrente di MicroMAG AT la somma restituita dal richiedente nel fondo microcredito specifico del nodo; il nodo sarà impegnato alla restituzione di tutta la somma di denaro che MicroMAG AT ha versato per il prestito per mantenere la propria capacità di credito e la sostenibilità della cooperativa.

Hits: 114