Vandalismo alla Comunità di base delle Piagge (FI)

Comunicato stampa dell’associazione Officina di Economia Solidale (ODES)

L’associazione Officina di Economia Solidale (Odes) è vicina e solidale alla Comunità delle Piagge di Firenze e a don Alessandro Santoro dopo l’atto di violenza e di vandalismo subito la notte del 21 luglio u.s., che vuole colpire la loro attività e il loro servizio per l’accoglienza e la dignità delle persone, in particolare per quelle che si trovano in stato di disagio. Purtroppo lo abbiamo saputo solo in questo momento.i sogni non si bruciano

Come si legge nel comunicato stampa della comunità la modalità con cui è stata compiuto il furto di uno dei furgoni utilizzati per le attività di riciclaggio della cooperativa Il Cerro, dell’auto privata di Alessandro Santoro e del distributore delle bevande del commercio equo e solidale che si trovava all’interno del centro sociale, mostra con evidenza l’intenzione di colpire la presenza della comunità e quindi le sue attività nel quartiere.

Per il legame che si è creato tra l’associazione ODES e Le Piagge nell’occasione della nostra richiesta di aiuto a costituire anche nel territorio del Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno una cooperativa finanziaria MAG e per aver conosciuto la vostra esperienza di risanamento dello strumento finanziario, di come siete riusciti a farlo diventare strumento a disposizione di tutti, ma in particolare dei più bisognosi, oggi più di prima ci sentiamo accanto a questa vostra realtà stupenda, a questa occasione di speranza a disposizione delle periferie, affinché possiate superare questo momento di inevitabile rabbia e scoraggiamento.

Siamo a disposizione per darvi un aiuto concreto, ci metteremo in contatto con voi per suggerimenti.

Saluti dall’associazione ODES, il presidente Giorgio Carpi

===========

camion-765x510Comunicato stampa – Pubblicato il 23 luglio 2015

Nella notte del 21 luglio la Comunità di Base delle Piagge ancora una volta ha subito un atto di violenza e vandalismo. Sono stati rubati uno dei furgoni utilizzati per le attività di riciclaggio della cooperativa Il Cerro, l’auto privata di Alessandro Santoro prete, ed è stato portato via il distributore delle bevande del commercio equo e solidale che si trovava all’interno del centro sociale.
Le modalità con cui è stata compiuta questa azione mostrano con evidenza l’intenzione di colpire fortemente la nostra presenza nel quartiere: una finestra del centro sociale sede delle nostre attività è stata divelta, parte della parete è stata spaccata, gli armadi all’interno del centro sono stati aperti e svuotati sul pavimento, provocando ulteriori danni. Pensiamo che un’azione di questo tipo svolta nel cuore della notte non possa essere passata inosservata, e ci addolora ulteriormente l’idea che la paura possa aver portato al silenzio.
Nonostante la fatica e lo scoraggiamento che queste situazioni provocano, la Comunità continuerà nel proprio impegno per l’accoglienza, l’apertura e il suo lavoro sul territorio. In questo momento la solidarietà che chiediamo è quella della vicinanza e della compagnia.
Invitiamo chi vuole farsi vicino a questa storia a venire a trovarci, per esempio sabato 25 luglio al mercato Solidale dell’Usato dalle 9 alle 13 o domenica mattina prima, durante o dopo la celebrazione delle 10:30, o in qualsiasi altro momento della settimana.
La Comunità di Base delle Piagge
Pagina facebook

 

Hits: 55

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *